mercoledì 19 marzo 2014

Sfinci di San Giuseppe (e zeppole)

Questa ricetta viene da un blog  di un'amica molto bello "Mariintkitchen", ve lo consiglio!
L'ho eseguita alla lettera, ho solo dimezzato le dosi e il risultato è stato veramente godurioso.
Non avevo mai provato questo dolce e ne sono stata conquistata. 
L'unica pecca è stato non essere riuscita a trovare la ricotta di pecora ma appena possibile rimedierò! :D
Un grazie ovviamente a Maria per questa ricetta!



Ingredienti:

250 g di acqua
250 g di latte intero fresco
100 g di burro
300 g farina 00
6 uova
mezzo cucchiaino di bicarbonato
mezzo cucchiaino di sale
8 g di lievito per dolci
olio di arachidi per friggere
ripieno:
800 g di ricotta (preferibilmente di pecora oppure mista)
230 g di zucchero
un cucchiaino di estratto naturale di vaniglia (oppure i semini di una bacca)

Qualche ora prima (anche la sera prima) mettere a scolare la ricotta. Una volta che la ricotta è abbastanza asciutta aggiungere lo zucchero semolato e la vaniglia, mescolare e passare al setaccio. Conservare il composto in frigo fino al momento di usarlo.

Per preparare la pasta choux mettere in un pentolino dal fondo spesso e abbastanza capiente l'acqua, il latte, il burro tagliato a piccoli dadini e aspettare che cominci a bollire. Aggiungere, quindi, in un sol colpo tutta la farina setacciata e mescolare sempre sul fuoco con un cucchiaio di legno fino a che il composto non diventi omogeneo e non si comicia a sentire lo sfrigolio. Versare allora tutto nella planetaria con la foglia e far girare a velocità bassa per far intiepidire. A parte sbattere le  uova in una ciotola e aggiungere a filo sempre a velocità medio bassa. All'inizio il composto si straccerà, non preoccuparsi e continuare a mescolare fino a che tornerà liscio. Continuare così fino a che l'impasto prenderà la consistenza di una crema pasticcera soda. (il numero delle uova è indicativo, per questo motivo le sbatto insieme e verso finché l'impasto non ha la consistenza giusta).
Tutto il procedimento può essere eseguito con un normale sbattitore elettrico.


Mettere  una capace pentola con abbondante olio di arachidi sul fuoco e, quando questo è caldo ,versarci una quantità di impasto della grandezza di una noce aiutandosi con due cucchiaini . Tenere in considerazione che cresceranno moltissimo quindi non metterne molti per volta. Aspettare che siano ben dorati e scolare su carta assorbente. 
Lasciar raffreddare.
Li ho farciti all'ultimo momento mettendo la ricotta in una sacca da pasticceria e riempiendo il bignè.
Spolverizzare di zucchero a velo e servire.



Avevo promesso però anche le zeppole e quindi ho pensato bene di usare lo stesso impasto e di farne della zeppole al forno.
Ho messo l'impasto in una sacca da pasticceria con beccuccio a stella e formato  dei cerchi su una teglia leggermente imburrata.


Ho cotto  in forno a 200 gradi fino a leggera doratura, abbassato a 180 gradi fino a cottura completa. Decorato con crema pasticcera e amarene.


per la crema pasticcera.

250 g di latte
50 g di panna fresca
2 tuorli
bacca di vaniglia
70 g di zucchero
20 g di amido di mais
20 g di farina 00





10 commenti:

  1. Mi sono emozionata nel vedere una "mia" ricetta protagonista del tuo post....grazie!!!!!
    E grazie anche delle belle parole per il blog! :-D
    Spero che le sfinci ti siano piaciute...un abbraccio!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È stato un vero piacere! Mi hai dato l'opportunità di provare queste delizie..... ricetta perfetta! Un forte abbraccio!!!!, :*

      Elimina
  2. Avrei voluto farle anch'io, ma i miei 'tempi' mi hanno permesso solo le zeppole al forno!
    Complimenti dunque ...e beati i tuoi commensali!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il fritto ha il suo perché ma anche le zeppole al forno non sono maleee! :*

      Elimina
  3. Grande Adele!!!!!! io non amo friggere....ma queste sono davvero invitanti!!!! proverò sicuramente la versione al forno!!!!!! Smack!!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ale per una volta friggi! ne vale la pena..... :*

      Elimina
  4. Cercavo questa ricetta da tempo, una che avesse come risultato delle zeppole vuotissime all'interno, questa sembra così, la proverò!

    RispondiElimina
  5. Complimenti per la ricetta e il tuo blog, un piccolo premio per te http://wp.me/p2dgW3-mZ

    RispondiElimina
  6. Grazie per aver pensato al mio blog, ne sono molto felice! Ma il poco tempo a mia disposizione mi impedisce di continuare e attribuire a mia volta il premio ad altri blogger! Ti abbraccio! :*

    RispondiElimina