venerdì 24 gennaio 2014

I miei Cantucci

Amare vuol dire, in ultima analisi,
far dono delle nostre preferenze a coloro che preferiamo.
E queste preferenze condivise popolano l’invisibile cittadella della nostra libertà.
Noi siamo abitati da libri e da amici.
Daniel Pennac, da “Come un romanzo”

Comincio questo post con una delle frasi più belle che abbia mai letto e la dedico tutta ad una persona speciale, ad una grande donna che ho la fortuna di avere come amica e che oggi ha superato una prova importantissima con un coraggio e una forza indicibile. 
Con lei condivido la passione per gli impasti e dei pasticci in compagnia e mi sembra che mi avesse chiesto la ricetta dei miei cantucci! un abbraccio forte forte!



Non voglio assolutamente dire che sia la ricetta originale,  non mi ricordo neanche da dove l'abbia presa ormai tanti anni fa ed ha comunque subito qualche modifica. A me piacciono tantissimo e mi fa piacere condividerla.

Ingredienti

farina 00 400 g
2 uova e due tuorli
250 g mandorle (questa volta 150 mandorle e 100 pistacchi)
50 g di latte
250 g zucchero
1 bustina di lievito per dolci

Montare le due uova e i due tuorli a temperatura ambiente  con lo zucchero.
Nella planetaria sostituire la frusta con la foglia e aggiungere la farina e il lievito setacciati ed il resto degli ingredienti. A mano usare una frusta e poi un semplice cucchiaio di legno. 







Quando abbiamo  ottenuto un impasto ben amalgamato aggiungiamo la frutta secca ed mescoliamo  fino a distribuirla bene.
Otterremo un impasto molto morbido con cui è difficile  formare dei filoncini sulla spianatoia per questo motivo uso una sacca usa e getta con la punta tagliata di circa 3 cm.
Spremere dei filoncini e cuocere in forno a 180 gradi fino a leggera doratura. 


Sfornare e lasciare intiepidire su una gratella.
Con un bel coltello tagliare in diagonale, mettere in teglia col taglio a contatto della teglia ed infornare a 160 gradi, forno ventilato fino a doratura e quindi perfetta asciugatura.
Far raffreddare e conservare in un vasetto o un contenitore di latta.
Ottimi anche con mandorle e nocciole...





8 commenti:

  1. buongiorno Adele,mi piace questa tua ricetta,la voglio provare.....!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Daniela, provali e poi fammi sapere! un abbraccio, Adele

      Elimina
  2. Che bella ricetta, Adele: molto ben spiegata e magistralmente eseguita!
    Ciao, Teresa de Simone

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Teresa! grazie! un abbraccio, Adele

      Elimina
  3. Li adoro e negli anni li ho fatti in tutti i modi: nocciole, pistacchi, gocce di cioccolato..
    Bellissima frase che condivido in pieno.
    Ti abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io li adoro e più di me mio marito, che nel frattempo se li è spazzolati tutti! Ciao!

      Elimina